Post Fulham – West Ham 30/01/2013: altra sconfitta, è crisi nera…

Ultimo derby consecutivo per il West Ham che dopo il QPR e l’Arsenal si trova di fronte i Cottagers di Martin Jol, nello splendido Craven Cottage i claret & blue vanno alla ricerca dei 3 punti dopo le pessime prestazioni dell’ultimo mese ma di fronte si trova Un Fulham assetato di punti data la posizione in classifica un po’ sotto le aspettative di inizio stagione; arbitra il match il sig. Foy

Partita molto vivace all’inizio con le 2 squadre che si affrontano subito a viso aperto sintomo che entrambe vogliono portarsi a casa il bottino pieno, al 7’ Ruiz tira una tremenda botta che impegna severamente Jaaskelainen alla parata difficile scaldandogli per bene le mani, mani che però servono a poco quando all’11esimo minuto dagli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti, Hangeland Rodallega saltano indisturbati in area mancando però clamorosamente il pallone, dietro di loro però c’è anche Berbatov inspiegabilmente anche lui libero da marcatura (anche se in sospetto fuorigioco) che non sbaglia e di testa porta in vantaggio i padroni di casa,  la reazione Hammers tarda ad arrivare e complice un evidente stato di tensione le azioni sono sempre precipitose e senza apparente logica, ne viene fuori una primo tempo pessimo per gli ospiti che chiudono in svantaggio il primo tempo, il Fulham dal canto suo una volta trovato il gol del vantaggio ha amministrato agevolmente il risultato delegittimandolo anche con qualche tiro da fuori come ad esempio al 43esimo con Berbatov che ha accarezzato il palo alla destra Jussi.

Il secondo tempo inizia con un West Ham arrembante,molto probabilmente Big Sam si sarà fatto sentire particolarmente perchè gli hammers pressano fin da subito i cottagers nella propria metà campo e trovano subito il pareggio al 48esimo con il capitano Kevin Nolan che da un calcio di punizione si fa trovare pronto nel scattare sulla linea del fuorigioco e di sinistro trafigge Schwarzer, il pareggio dura però veramente poco, dopo appena un giro di lancette Duff effettua un bel crosso in area, Jaaskalainen potrebbe facilmente uscire ma rimane inchiodato sulla linea di porta, Tomkins sbaglia la posizione e Rodallega allora può facilmente insaccare di testa per portare di nuovo in vantaggio i padroni di casa, tutto da rifare quindi per i claret & blue che riprovano a portare in parità il punteggio ma soltanto al 70esimo sempre con Kevin Nolan che recupera un palla banalmente persa dalla difesa cottagers ed angola benissimo, Schwarzer si supera e con la punta delle dita mette in calcio d’angolo, i padroni di casa non stanno a guardare e sempre il solito Berbatov in contropiede tira un potente tiro che sfiora però il palo di Jussi che anche stavolta sembrava in ritardo, all’80esimo si rivede in campo Andy Carroll assente da oramai 2 mesi ma il suo ingresso è troppo tardivo e a parte 2 tiri da fuori non incide molto, il forcing finale confuso dei claret & blue non porta a nulla, anzi al 91esimo in contropiede Rodallega piazza con la palla nell’angolino, Jussi para ma sulla ribattuta arriva Petric che calcia in porta e colpisce il palo, la carambola finisce addosso a O’Brien che segna il classico delle autoreti, finisce 3 a 1 per il Fulham, West Ham sempre più in crisi nera…

Man of the Match: Momo Diamè, certamente delle volte mette talmente tanta foga nelle sue azioni che finisce solo per ubriacarsi da solo, delle volte si intestardisce anche troppo, ma è l’unico che ci mette voglia e dinamismo, ha voglia di mettersi in luce e si vede dalla rabbia con cui produce le sue azioni, se dovesse andarsene sarebbe una gravissima perdita per i claret & blue… DIAME ARMY!!!!

West Ham United: Jaaskelainen, Demel, Tomkins, Reid, O’Brien, Diame, Noble, Nolan, J.Cole, Jarvis, Chamack; Panchina: Henderson, Pogatetz, Taylor,  O’Neill, Vaz Tè, Carroll, C. Cole.

Fulham:  Schwarzer, Reither, Senderos, Hangeland, Riise, Karagounis, Sidwell, Berbatov, Duff, Ruiz, Rodallega; Panchina: Etheridge, Baird, Petric, Frimpong, Hughes, Dejagah, Davies.

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *