Post Stoke vs. West Ham 02/03/13: 3 punti PESANTISSIMI

Trasferta nello Staffordshire a Stoke-on-Trent per il West Ham di Big Sam Allardyce in grave crisi di risultati, 2 sole vittorie nelle ultime 12 partite hanno fatto sprofondare I claret & blue nelle zone basse della classifica e la trasferta al Brittannia Stadium dello Stoke City non è il posto più semplice per fare punti e migliorare la classifica, Hammers che devono fare a meno dei 2 capitani Noble e Nolan, arbitra il sig. Moss

Partita spigolosa come ci si poteva aspettare fin dall’inizio, con le 2 squadre che fanno del gioco aereo il loro marchio di fabbrica, al 10’ per confermare il momento fortunato dei caret & blue, Taylor prende un calcio involontario in pieno volto da Crouch ed è costretto ad abbandore il terreno di gioco, pochi secondi dopo J.Cole avverte un dolore muscolare ed è costretto anche lui ad abbandonare il campo, Collison e Vaz Tè entrano al loro posto, la partita è molto brutta e le uniche azioni da gol vengono da palla ferma, al 24’ Collins dopo una punizione dalla trequarti stacca bene di testa ma la palla sfiora la traversa, dopo un continuato ma sterile possesso dei potters gli ospiti cominciano a prendere un po’ di campo e con Carroll provano a creare qualche apprensione alla difesa di casa e proprio quando un noioso primo tempo stava per chiudersi Vaz Tè verticalizza per Collison che di destro trafigge Begovic e permette agli Hammers di entrare negli spogliatoi in vantaggio.

Secondo tempo in cui come previsto vede i Potters buttarsi in avanti fin dal primo minuto ma gli Hammers reggono bene ed in contropiede si rendono pericolosi, specialmente con uno scatenato Jarvis che al 55esimo dopo uno scambio con Carroll si trova davanti a Begovic che compie un intervento prodigioso e manda in angolo, sugli sviluppi dello stesso, parte in contropiede con Walters che mette in mezzo per il rimorchio di Crouch che tira forte in porta impegnando sul palo sinistro un attento Jussi, al 77esimo un’altra ghiotta occasione capitata stavolta sui piedi di Vaz Tè che dopo la conclusione ribattutta di Collison ha la possibilità di tirare a botta sicura, ma invece di tentare il tiro preferisce scartare difensori e portiere perdendo l’attimo e facendo così sfumare l’azione, lo Stoke prova in tutti i modi a segnare il gol del pareggio gettando una caterva di cross in area e al 90esimo Charlie Adam tira al volo da fuori centrando in pieno la traversa, la partita finisce però 1 a 0 per il West Ham che porta a casa 3 punti importantissimi e molto pesanti e tira un sospiro di sollievo dopo le ultime prestazioni molto negative.

Man of the match: Gary O’neill, si trova a giocare come perno davani alla difesa al posto di Noble e lo fa in maniera egregia, detta i tempi mostrando dei buoni piedi e rincorre ogni avversario, la qualità delle giocate non sempre è altissima ma comunque riesce a non far rimpiangere Mark Noble.

West Ham United: Jaaskelainen, O’Brien, Collins, Reid,  Demel, Diame,Taylor, O’Neill, J.Cole, jarvis, Carroll; Panchina: Spiegel, Pogatetz, Collison,  Maiga, Vaz Tè, Chamack, C. Cole.

Stoke CityBegovic, Shotton, Wilkinson, Whelan, Shawcross, Wilson, N’zonzi, Walters, Crouch, Jerome, kightly; Panchina: Sorensen, Whitehead, Shea, Cameron, Adam, Palacios, Jones.

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *