Man UTD vs. West Ham: 1 a 0 e sogno di Wembley rimandato

West Ham di ritorno in quel di Old Trafford dopo la sconfitta di 2 mesi fa in campionato, questa volta si tratta del replay di Fa Cup contro il Manchester United che è riuscito a guadagnarsi la possibilità di giocare questo re-match in casa soltanto nei momenti conclusivi con il meraviglioso gol di Van Persie, per questo incontro Allardyce da molto spazio alle riserve ma recupera Diamè che ritorna dopo le 6 settimane di stop, rientro molto importante per l’economia del centrocampo hammers.

Partita vivace all’inizio con i claret & blue che partono con la giusta convinzione ma che si vedono beffati nel prendere gol su contropiede, Hernandez parte sul filo del fuorigioco e mette in mezzo per Rooney che in scivolata segna l’1 a 0, i padroni di casa dopo il gol abbassano i ritmi difendendosi bene dalle continue scorribande di un fumoso Vaz Tè e attaccando con molta geometria e sagacia tattica, gli hammers si rendono pericolosi più che altro sui calci piazzati che però spesso si trasformano in contropiedi fulminei per gli uomini di Ferguson che al 28esimo sfiorano il raddoppio con Valencia, Potts salva letteralmente sulla linea con Jaaskelainen battuto, sul contro cross Jones di testa tira centrale con Jussi stavolta pronto a bloccare, al 41esimo Rooney prova dalla distanza impegnando il portiere finnico alla difficile parata bassa, il primo tempo finisce 1 a 0 per il Mancheste United

Secondo tempo vibrante fin dall’inizio con entrambe le squadre che in barba ad ogni tatticismo si offendono senza l’uso del filtro del centrocampo, ne viene fin da subito una bella partita con frequenti cambi di gioco, al 48esimo uno dei primi, prima Rafael dopo una mischia colpisce con la mano il pallone in area e fa ripartire il contropiede che si conclude con l’errore di disimpegno di Diarra che favorisce Hernandez che però davanti al portiere manda alto, la partita è molto bella e i claret & blue hanno diverse possibilità di pareggiare ma le continue mischie in area non portano mai al gol, al 61esimo poi un’altra grande occasione per gli uomini di Allardyce, Spence da centrocampo scavalca la linea di difesa dei red devils pescando Taylor che decentrato decide di mettere in mezzo anziché tirare, Rafael all’ultimo riesce però a rinviare per il contropiede che Tomkins riesce all’ultimo a sventare con un ottimo intervento, la partita non da un attimo di respiro e al 65esimo Hernandez si trova davanti a Jussi che però esce benissimo in presa bassa e salva la porta ospite, al 78esimo dopo l’ennesima occasione di tirare in porta del West Ham stavolta con il neo entrato Nolan, il Manchester UTD ha l’occasione di segnare il gol del raddoppio su rigore causato da un fallo di mani evidente ma involontario di Spence, Rooney però dal dischetto manda alto lasciando intatte le speranze degli 11 di Big Sam, la parita però si conclude 1 a 0 per i padroni di casa che passano il turno, Il West Ham ha molto su cui recriminare, a partire dalla partita giocata ad Upton Park, ma anche stasera ha avuto diverse occasioni per pareggiare ma è mancata la cattiveria necessaria, da questa partita però si sono potute ottenere anche buone cose, ad esempio la personalità di Potts che anche all’Old Trafford ha fatto vedere grandi cose per un 18enne, Spence sulla destra non ha demeritato per niente e Tomkins ha dimostrato di meritare il posto vicino a Reid più di Collins, menzione anche per il cambiamento di modulo in partita in corso, l’arretramento di Diarra ha trasformato il 4-3-3 in un 3-5-2 e la squadra ha reagito molto bene al cambiamento di modulo, potrebbe essere anche più utilizzato in futuro.

Man of the match: Diarra, secondo me ha giocato un’ottima partita, ha commesso una piccola sbavatura sull’occasione di Hernandez al 65esimo ma per il resto è stato un autentico muro; con Diame che ha mostrato di non essere al 100%, il francese si candida ad un posto da titolare, anche come centrale di difesa dove non ha per niente sfigurato.

Manchester United: Lindegaard; Rafael; Smalling; Jones; Buttner; Anderson; Valencia; Nani; Giggs; Hernandez; Rooney  Panchina: Amos; Ferdinand; Carrick; Scholes; Kagawa; Van Persie; Welbeck.

West Ham United: Jaaskelainen; Spence; Tomkins; Reid; Potts; Diarra; O’Neil; Diame; Taylor; Vaz Tè; C.Cole Panchina: Spiegel; Demel; Jarvis; Collison; Nolan; Lletget; E.Lee.

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *