West Ham – Everton: Altra sconfitta immeritata

Espulsione di Carlton Cole contro l'EvertonSi torna ad Upton Park dopo la trasferta di West Brom, la squadra di Big Sam Allardyce dopo aver strappato un importante pareggio in casa di una delle squadre rivelazione del campionato ospita i Toffees di David Moyes che stanno disputando un ottimo campionato ma che arrivano a Londra con problemi a centrocampo dove il  loro miglior giocatore, Fellaini, dovrà scontare 3 giornate di squalifica dopo la testata rifilata a Shawcross durante l’ultima partita pareggiata 1 a 1 contro lo Stoke, anche i claret & blue si ritrovano con molti assenti importanti, in primis Carroll e Diamè che sono ancora ai box e lo saranno per molto ancora, Collison sta recuperando dal brutto problema al ginocchio, per lui solo la panchina, si rivede anche Diarra out da inizio stagione, arbitra il sig. Tayler.

Grande chance per l’Everton all’8 minuto quando da calcio di punizione Distin di testa schiaccia troppo il pallone che finisce alto sopra la traversa, brivido comunque per la retroguardia hammers che si è dimostrata molto disattenta nell’occasione, così come poco dopo quando da calcio d’angolo, Osman salta in mezzo a 3 uomini ed insacca il gol che viene però annullato giustamente in quanto Anichebe trattiene Jaaskalainen impedendogli di uscire dai pali, neanche il tempo di protestare che l’everton si ritrova immediatamente sotto, Nolan trova lo spazio per servire Cole che con un fantastico movimento a rientrare insacca sul primo palo trafiggendo un’incolpevole Howard che certamente si aspettava il tiro a giro, ad ogni modo grande gol di Carlton da vero centravanti di razza e West Ham in vantaggio alla prima azione da gol, l’Everton accusa il colpo e non riesce a reagire, il primo tempo si conclude così con i claret & blue in vantaggio dopo aver agevolmente condotto la partita.

Secondo tempo che inizia con una colossale occasione per l’Everton, Jelavic si ritrova il pallone tra i piedi  dopo un rimpallo clamoroso, ma davanti a Jaaskelainen tira centrale con una fiacca conclusione facilitando l’intervento del finlandese, i toffees sembrano però essere entrati in campo con un altro piglio e sfiorano nuovamente il gol stavolta con Gibson che su punizione fa letteralmente la barba al palo con Jussi battuto, gli ospiti quindi si sbilanciano un po’ allargando gli spazi per Cole che dal 55’ viene affiancato da Maiga che dopo 5 minuti ha la clamorosa possibilità di raddoppiare su assist di Cole, Maiga però è lento a girarsi e spreca clamorosamente l’occasione, siccome il calcio è uno sport spietato, l’Everton si ritrova da rischiare a prendere il secondo gol a segnarlo,  cross di Pienaar per la testa di Anichebe che di testa segna un gran gol, la partita prende una brutta piega per gli hammers  e  come se non bastasse Carlton Cole al 70esimo alza la gamba che colpisce pericolosamente ma anche involontariamente Baines, Tyler non ha dubbi, decide di rendersi protagonista ed espelle Cole, il West Ham non regge il doppio colpo subito e Pienaar al 77’ sfrutta l’ennesimo sfortunato rimpallo e segna il 1 a 2 per gli ospiti; Big Sam prova la mossa della disperazione inserendo Spence al posto di O’Brien passando alla difesa a 3 e all’82 Nolan calcia a botta sicura dal limite dell’area, la palla sembra dover finire all’incrocio dei pali ma una deviazione spinge il pallone fuori di pochissimo e al 90esimo sempre il capitano Nolan si ritrova davanti ad Howard ma manda malamente a lato,  la partita si conclude così, con un’altra immeritata sconfitta casalinga ad opera di una squadra di Liverpool e anche questa molto sfortunata, non è un periodo particolarmente fortunato e solo il rientro di Collison entrato nel finale può essere considerato come unica nota positiva di questo Natale.

Man of the match: Fino a quando  è rimasto in campo sicuramente Carlton Cole, disputa una partita eccellente, si vede che sta bene fisicamente, segna, tiene palla e fornisce sempre ottimi palloni giocabili per i compagni che però non sempre lo seguono, poi Tyler decide di buttarlo fuori dal campo e vedendo il suo stato di grazia e la mancanza di giocatori d’attacco la sua espulsione è da definire veramente pesantissima per le prossime partite

West Ham (4-3-3); Jaaskelainen, Tomkins, Reid, Collins, O’Brien; O’Neil, Nolan, Noble; Taylor, Cole, Jarvis. Panchina:  Spiegel, Spence, Diarra, Collison, Moncur, Lletget, Maiga.

Everton (4-4-1-1); Howard; Heitinga, Jagielka, Distin, Baines; Neville, Osman, Gibson, Pienaar, Jelavic, Anichebe. Panchina: Mucha, Duffy, Hitzlsperger, Barkley, Oviedo, Naismith, Vellios.

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *