Sunderland – West Ham: ennesima trasferta negativa

Uno dei tre goal presi dal West Ham contro il SunderlandTrasferta nel Tyne and Wear per il West Ham che si presenta allo Stadium of Light di Sunderland con un apparente stato di forma ritrovato dopo la vittoria in casa contro il Norwich e la quasi vittoria in Fa Cup contro il Man Utd sfumata solo al 92esimo con il gol di Van Persie, anche i Black Cats dal canto loro si trovano in un buon periodo dopo le difficoltà di inizio campionato, arbitra il sig. Swarbick.

Partita che incomincia molto male per i londinesi che si fanno immediatamente pressare dal Sunderland rischiando di prendere gol subito al 3’ quando dopo una spumeggiante discesa sulla fascia sinistra di Sessegnon, Vaughan dopo la corta respinta della difesa hammers, tira a botta sicura, ma la palla finisce a lato, il West Ham però fa fatica ad uscire dalla propria metà campo e al 12esimo arriva il gol dei padroni di casa con uno splendido tiro di sinistra di Larsson che segna un gol straordinario, al 19esimo il primo e unico tiro in porta del primo tempo per i claret & blue con Jarvis che prova a calciare in porta ma il suo tiro dal limite è debole e facilmente parato da Mignolet, al 41’ poi una ghiottissima occasione per i padroni di casa che da un calcio di punizione sfiorano la rete con la deviazione di Bramble che però da ottima posizione mette a lato, il primo tempo finisce 1 a 0 con un Sunderland che ha dominato l’incontro anche per merito del West Ham che non è mai stato capace di superare la propria metà campo.

Ci si aspetta la pronta reazione degli uomini di Big Sam Allardyce, ma bastano solo 3 minuti al Sunderland per segnare un altro gol con Johnson che respinge in rete la ribattuta di Jaaskalainen dopo il tiro di Fletcher, il secondo gol manda completamente in confusione i claret & blue che tirano i remi in barca e rischiano di prendere al 58’ il terzo gol con Colback che da fuori area prima impegna severamente Jaaskelainen, poi sulla pronta ribattuta colpisce il palo, Il West ham sembra completamente in bambola, gioca male e non riesce a fare più di 3 passaggi di fila e il gol al 74esimo di McClean dopo il contropiede guidato da Sessegnon mette la parola fine ad un match che a conti fatti non si è mai giocato per la pochezza dei claret & blue, negli ultimi 10 minuti il West Ham prova almeno a segnare il gol della bandiera, ma sia Vaz Tè che Tomkins si fanno ipnotizzare da Mignolet; finisce 3 a 0 per i Black Cats di Martin O’Neill che incassano meritatamente i 3 punti, West Ham United non pervenuto.

Man of the Match: Daniel Potts per distacco, i suoi compagni di squadra fanno di tutto per giocare male, lui se non altro si impegna, corre e ringhia su tutto quello che gli passa davanti, delle volte è un po’ impreciso nei passaggi, ma quando  attacca e difende mostra una personalità eccellente per un ragazzino di soli 18anni, l’unica nota positiva di questa giornataccia.

West Ham United: Jaaskelainen, Demel, Collins, Reid, Potts, Diarra, Collison, Nolan, J.Cole, Jarvis, C. Cole. PANCHINA: Spiegel, Tomkins, O’neill,  Diamè, Taylor,  Vaz Tè, Chamack,

Sunderland: Mignolet, Gardner, Bramble, O’Shea, Colback, Larsson, Vaughan, McClean, Sessegnon, Johnson, Fletcher PANCHINA : Kilgallon, N’diaye, Bardsley, Westwood, Campbell, Mcfadden, Wickham

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *