West Ham 4 – 1 Soton: Tanto Irons poco Saints

Festeggiamenti di Mark Noble dopo il goal contro il SouthamptonRitorno ad Upton Park per il West Ham di Big Sam Allardyce contro i Saints, vecchia gloria decaduta nei meandri della terza serie inglese ma che ritorna questa stagione in Premier League dopo 8 anni specialmente grazie al grande lavoro fatto dal loro allenatore Nigel Adkins.

Claret & blue orfani dell’infortunato Vaz Tè (2 mesi di stop per lui) sostituito da Benayoun al debutto dal 1’ minuto, mentre tra il Soton da segnalare l’assenza del bomber Ricki Lambert che partirà dalla panchina e dell’ex bolognese Ramirez ai box un’infortunio; tutto esaurito al Boleyn per questo re-match della passata stagione in Championship dove il Southampton riuscì a portarsi a casa 1 punto.

La partita è molto equilibrata, le squadre giocano per lo più a centrocampo ed occasioni non se ne vedono proprio, brutto primo tempo sicuramente, con il West Ham che crea occasioni per lo più da calcio da fermo e il Southampton con pericolosi contropiedi che però non si concludono mai, brutto, bruttissimo primo tempo, speriamo in qualcosa di meglio nel secondo.

Dopo un primo tempo passato tra sbadigli e noia, pronti e via; il Southampton rimane negli spogliatoi e subisce l’ 1,2 West Ham, prima Noble direttamente su una punizione velenosa dalla trequarti, ed un secondo dopo Nolan insacca sotto porta dopo uno splendido recupero di Benayoun che mette un’assist d’oro sui piedi di Kevin che da 2 passi non può proprio sbagliare, inizio esplosivo e direi inaspettato per i claret & blue che in un solo minuto di gioco del secondo tempo si portano sul 2 a 0, la sfuriata iniziale paradossalmente addormenta ancora di più la partita, soltanto al 64’ il Soton riesce a farsi di nuovo pericoloso e proprio con l’azione del gol di Adam Lallana, che sfrutta l’errore gravissimo di posizione di Reid che si dimentica che nel calcio a 11 esiste il fuorigioco lasciando il capitano degli ospiti libero di colpire con una grande girata l’incolpevole Jussi, Entra Lambert x gli uomini di Adkins e il West Ham arretra un po’ troppo il baricentro rischiando di capitolare proprio su una punizione del bomber appena subentrato… al 70esimo però l’episodio in area Soton, Josè Fonte per anticipare lo stacco di testa si Andy Carroll tocca la palla con la mano; rigore sacrosanto e trasformato in maniera impeccabile da Mark Noble, il Southampton si sgonfia e Maiga, entrato al posto di un ottimo Andy Carroll, chiude la partita con il suo primo gol in Premier League, Spence debutta in massima divisione quest’anno e in Bobby Moore si canta a squarciagola! 4 a 1 per il West Ham che porta a casa meritatamente altri 3 punti giocando un’ottima partita.

Da segnalare la presenza ad Upton Park della “vecchia guardia” della Station (scherzo Gian, tu 6 giovane!) e di un nutrito gruppo di tifosi del Southampton giunto dal sud dell’Inghilterra con il loro famoso e caloroso “When the Saints go marching in”

Man of the match: Mark Noble: Hodgson lo ignora in nazionale? Ecco la sua risposta, corre come un’ossesso in mezzo al campo, prima difende poi corre a battere il calcio d’angolo, poi torna in difesa a recuperare il contropiede ed un’attimo dopo va a segnare il gol del vantaggio su punizione… non si scompone mai e in un momento difficile della partita ha la freddezza e la lucidità di segnare anche il gol del 3 a 1… IMPRESSIONANTE!!

West Ham United: Jaaskelainen,Tomkins, Reid, Collins, McCartney, Noble, Nolan, Diame, Benayoun, Jarvis e Carroll; Panchina: Spiegel, Chambers, Spence, O’Neil, Maiga, Cole e Hall.

Southampton: Boruc, Clyne, Josè Fonte, Hooiveld, Yoshida, Schneiderlin, Puncheon, Davis, Lallana, Guly e Rodriguez; Panchina: Davis, Seaborne, Mayuka, Reeves, Lambert, Chaplow e Ward-Prowse.

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite. Bookmark the permalink.

Una risposta a West Ham 4 – 1 Soton: Tanto Irons poco Saints

  1. Silvio scrive:

    Incredibile sono sempre perfettamente d’accordo con i tuoi commenti e gli interventi su facebook ottimo ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *