Antonio show, il West Ham si avvicina alla salvezza

L’incredibile poker di Michail Antonio rifilato al Norwich, permette al West Ham di ottenere una vittoria quasi decisiva ai fini della permanenza in Premier League. Quando mancano tre partite al termine, gli Hammers mantengono un discreto vantaggio sul terzultimo posto, ma non ancora rassicurante e definitivo.

A Carrow Road, di fatto, la partita non è mai iniziata, con la formazione di Davis Moyes padrona del campo fin dal calcio d’inizio, chiudendo la pratica già dopo i primi 45′, chiusi con due reti di vantaggio. La ripresa ha seguito lo stesso andamento della prima frazione di gioco, con i Canaries ormai rassegnati alla retrocessione matematica in Championship. , e un West Ham determinato come non mai, specialmente sotto porta, grazie allo scatenato Antonio capace di realizzare altre due reti, fissando il punteggio sul 4-0. Rice e compagni hanno avuto il merito di mettere da parte in fretta la sconfitta casalinga contro il Burnley, conquistando un successo determinante in ottica salvezza. Fondamentale è stato l’approcio ad una partita che poteva nascondere insidie; una su tutte, la sottovalutazione degli avversari ormai spacciati in ultima posizione. Questa insidia, è stata spazzata via velocemente grazie a un atteggiamento adeguato all’importanza del match, lasciando le briciole ai padroni di casa. Il pomeriggio di Carrow Road rimarrà senza dubbio indelebile nella mente di Antonio al primo poker in carriera, ma anche il primo di un giocatore del West Ham dalla nascita della Premier League. L’ultimo giocatore in maglia claret & blue capace di mettere a segno una quaterna, è stato David Cross nel settembre 1981 contro il Tottenham. L’ex Middlesbrough ha confermato il proprio stato di grazia, alla luce dei 6 gol e 1 assist nelle ultime 4 partite, risultando a tutti gli effetti un uomo chiave per gli uomini di Moyes nella lotta per non retrocedere.

West Ham United: Fabianski, Fredericks, Diop, Ogbonna (Balbuena 87), Cresswell, Rice, Soucek, Noble © (Wilshere 77), Fornals (Masuaku 83), Bowen (Yarmolenko 83), Antonio (Haller 77)
Subs: Randolph (GK), Johnson, Lanzini, Ajeti

Goals: Antonio 12, 45+1, 54, 74

Norwich City: Krul, Aarons, Klose, Godfrey, Lewis, Tettey ©, Vrancic, Buendia (Rupp 70), Stiepermann (Cantwell 70), Hernandez (Martin 70), Pukki (Idah 70)
Subs: McGovern (G), Trybull, Drmic, McLean, Duda

Ammoniti: Stiepermann

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *