Disfatta West Ham, finisce 4-1 per il Leicester

Il West Ham crolla al King Power Stadium di Leicester travolto 4-1 dalle Foxes al termine di una gara a senso unico o quasi. Gli Hammers rimangono nei bassifondi della classifica a quota 23 punti in coabitazione con Bournemouth e Watford.

LA PARTITA

David Moyes decide di attuare un solo cambio nell’undici iniziale rispetto alla partita con l’Everton: Masuaku al posto di Pablo Fornals. L’avvio di gara è tutto per il Leicester che impone subito un ritmo alto con il West Ham subito in affanno. In particolar modo, i terzini delle Foxes, Chilwell e Ricardo Pereira, mettono costantemente pressione su entrambe le corsie senza che gli Hammers trovino le giuste contromisure. Il West Ham fatica a ripartire, con Haller più che mai isolato in attacco e Lanzini e Snodgrass incapaci di incidere. La mole di gioco dei padroni di casa viene concretizzata al 24′ con Harvey Barnes che appoggia in rete da due passi grazie all’assist di Ricardo Pereira entrato di prepotenza in area dalla destra. La squadra di Rodgers, dopo il vantaggio, è costretta a rinunciare per infortunio prima a Mendy sostituito da Ndidi, poi a Jamie Vardy rimpiazzato da Iheanacho. I cambi forzati non scoraggiano il Leicester che trova nei minuti di recupero del primo tempo la seconda marcatura grazie allo scatenato Ricardo Pereira che sfrutta l’assist di Barnes fulminando con un gran destro l’incolpevole Randolph. Moyes decide di buttare nella mischia Antonio e Fornals al posto di Snodgrass e Masuaku e l’inizio della ripresa sembra incoraggiante per il West Ham che con lo stesso Antonio sfiora subito il gol del 2-1. Poco dopo arriva l’episodio che riapre la partita con l’arbitro Coote che assegna un calcio di rigore per la spinta di Ndidi su Haller. Ci pensa come al solito Mark Noble a trasformare il penalty che a sorpresa rianima una gara che sembrava morta dopo i primi 45′. Gli Hammers vanno poi vicini al pareggio con Antonio e Lanzini che non trovano il guizzo vincente da pochi passi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Questa occasione è l’ultima degna di nota per Noble e compagni, con le Foxes che riprendono in mano la partita, segnando due volte nel finale con Ayoze Perez e sfiorando altre marcature che legittimano il risultato finale.

IL TABELLINO

Leicester City: Schmeichel, Pereira, Soyuncu, Evans, Chilwell, Mendy (Ndidi 34), Tielemans, Perez, Maddison, Barnes (Morgan 83), Vardy (Iheanacho 43)
Subs: Ward, Justin, Albrighton, Gray

Goals: Barnes 24, Pereira 45+5, Perez pen 81, Perez 88

Ammoniti: Schmeichel

West Ham United: Randolph, Zabaleta, Diop, Ogbonna, Cresswell, Masuaku (Antonio 46), Rice, Noble, Snodgrass (Fornals 46), Lanzini, Haller
Subs: Martin, Reid, Balbuena, Sanchez, Ajeti

Goal: Noble pen 50

Ammoniti: Ogbonna

Arbitro: David Coote

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *