Giulia Ferrandi , un’ italiana al West Ham !

'X' Giulia 'X'

Giulia Ferrandi, centrocampista bergamasca classe 92 ha scelto l’ Inghilterra.  O meglio, è stata scelta dagli inglesi. Dotata di un carisma speciale,  capace di portarla oltre manica e di un amore verso un mito calcistico Italiano che in qualche modo la rappresenta, Alessandro Del Piero, colui a cui Giulia, la bella italiana a Londra, si ispira.

Infatti da ormai 3 mesi Ferrandi  è approdata alla corte del West Ham United Ladies nel corso dell’ ultimo calciomercato. Giulia ha debuttato in serie A con l’ Atalanta, ed è poi passata al Brescia nel 2009, ed è proprio con la maglia delle rondinelle che ha conosciuto il gusto del trionfo, portandosi a casa la coppa Italia, nella finalissima contro il Napoli Femminile (Carpisa). Nel 2012 arriva la rottura del crociato, Ferrandi passa quindi  al calcio a 5 con la maglia delle Lupe.
Ed inizia a mettersi in mostra anche nel calcio a numero ridotto,  segnando  a raffica, meritandosi anche la convocazione in nazionale di calcio a 5, creata da meno di un anno. Giulia Ferrandi ora è approdata al mondo hammers del West Ham, l’ Italia la rimpiange, ma il talento Bergamasco sembra a suo agio tra fish & chips , and God Save the Queen.

Sei passata dal calcio a 11 a quello a 5, persino nella nazionale Italiana, per tornare ora al calcio a 11 inglese, quali difficoltà hai incontrato?
Tornare a 11 dopo 2 anni di calcio a 5, non è facile. Qui in Inghilterra soprattutto.
Il calcio inglese è improntato sulla corsa e sulla fisicità.

Cosa ti ha spinto a trasferirti al West Ham?
Non è stata una decisione facile, ma ho pensato che era un’occasione da non lasciarmi sfuggire. È una nuova sfida.. Un rimettersi di nuovo in gioco. Poi sicuramente per la lingua e per la città.

L’ esperienza nella nazionale di calcio a 5 cosa ti ha lasciato caratterialmente e sportivamente?
Ho avuto la fortuna di partecipare a due raduni della Nazionale. Giocare con le migliori d’Italia sicuramente ti arricchisce per quanto riguarda il bagaglio sportivo. Sono state esperienze indimenticabili. Essere guidata dallo staff campione europeo è stato grandioso.
Non c’era nulla fuori posto, tutto perfetto.

Per caratteristiche di gioco a quale giocatore di calcio maschile ti paragoneresti?
Mi sono sempre ispirata a Del Piero. Paragonarmi a lui è troppo, lui che è stato da sempre il mio idolo indiscusso ma le caratteristiche in campo sono simili.

Qual’ è il tuo pronostico sul campionato di Serie A e serie B italiano?
Sarà assurdo ma seguo veramente poco il calcio italiano da qui. Mi è più facile seguire e vedere qualche partita di Premier.

Quando potremmo rivederti in Italia
Rivedermi in Italia?! Per ora penso che qui non mi manchi nulla; magari un giorno ritorneró…

Fonte: www.calciofemminileitaliano.it

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Diario and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *