Il caso Tevez: l’operazione che ha acceso la rivalità tra Blades e Hammers

Forse non tutti quelli che seguono il calcio inglese sono a conoscenza della rivalità tra Sheffield United e West Ham, una rivalità che ovviamente non è la più sentita per entrambe le tifoserie che hanno i cugini dello Sheffield Wednesday per le Blades, e il Millwall per gli Hammers,  tra le squadre al primo posto nella classifica delle rivali più odiate. Tutto nasce nella stagione 2006-2007, l’ultima dello Sheffield United in Premier League prima della promozione di quest’anno, quando Blades e West Ham erano impegnate nella lotta per non retrocedere e arrivarono all’ultima giornata a pari punti. La formazione allenata all’ora da Neil Warnock perse 2-1 contro il Wigan, mentre gli Hammers riuscirono a battere ad Old Trafford il Manchester United già laureatosi campione d’Inghilterra grazie al gol di Carlos Tevez. Proprio il campione argentino è la causa dei dissidi tra i due club viste le irregolarità emerse nell’operazione per portare lui e il connazionale Javier Mascherano ad Upton Park che hanno portato alla multa di 5.5 milioni di sterline inflitta al club londinese. Una volta acclarate le responsabilità del West Ham, a Sheffield si aspettavano una punizione ben peggiore, come la riduzione dei punti, tanto da appellarsi ad una commissione indipendente della Premier e successivamente all’Alta corte. Le Blades chiesero inoltre un risarcimento danni quantificato in 30 milioni di pounds per le perdite finanziarie dovute alla retrocessione, siglando successivamente un “gentlement agreement” con gli Hammers ottenendo alla fine 20 milioni pagabili in 5 anni. L’attuale giocatore del Boca Juniors fu abbastanza decisivo per la salvezza dei claret & blue realizzando 7 gol nelle ultime 10 partite, compreso quello determinante in
casa dei Red Devils.

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Curiosità, I nostri Avversari and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *