Il West Ham batte il Chelsea grazie al ritrovato spirito Hammers

Una vittoria fondamentale, una boccata d’ossigeno in un momento di difficoltà estrema; il West Ham conquista tre punti d’oro nel derby contro il Chelsea dell’ex Frank Lampard, bissando il successo del match giocato a Stamford Bridge. La rete allo scadere di Yarmolenko, consente agli Hammers di salire a quota 30 punti, a +3 sul terzultimo posto occupato dall’Aston Villa.

La squadra di Moyes ha ritrovato la vittoria in una partita che sembrava stregata fin dall’inizio, con il VAR che per l’ennesima volta ha tolto un gol agli Hammers, prima del rigore del vantaggio degli ospiti trasformato da Willian. Una rete che non ha scoraggiato i claret & blue, bravi a rimettere il punteggio in parità con Soucek, questa volta in maniera regolare. L’inerzia positiva per i padroni di casa è proseguita ad inizio ripresa col gol di Antonio, su assist di Jarrod Bowen, ancora una volta tra i migliori in campo. Il pari di Willian a venti minuti ha apparentemente spento le velleità del West Ham, ma stavolta, a differenza di tante altre partite in questa stagione, Rice e compagni hanno continuato a combattere nonostante le energie fossero prossime alla fine, soprattutto dopo il pareggio subito. Così, a un minuto dallo scadere, è arrivato il contropiede magistrale orchestrato da Rice, Fornals, Antonio e Yarmolenko, con l’ucraino, fin qui oggetto misterioso, bravo e freddo a infilare Kepa, regalando il successo agli Hammers. Insomma, un successo in pieno stile West Ham, sofferto, forse inaspettato, ma per questo ancora più bello e apprezzato dai tifosi, delusi molte volte in questa stagione per l’atteggiamento arrendevole mostrato in diverse partite. La strada è quella giusta, e una vittoria ottenuta in questa maniera potrebbe rappresentare davvero la svolta nel momento più difficile, ma il cammino è ancora lungo e sarà necessario lottare ancora, fino alla fine…TILL I DIE!

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Partite and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *