Se il buongiorno si vede dal mattino…

5 settembre 2020. Al London Stadium va in scena la Betway Cup, ultimo appuntamento precampionato per i nostri. Il test è interessante, ci vede affrontare il neo retrocesso Bournemouth. Al netto dell’assenza dei nazionali (Rice, Yarmolenko, Fabianski, Randolph e Soucek), il risultato finale non concede appello. Pronti via e le Cherries sono già in vantaggio dopo 4′ grazie a Danjuma, trovando il raddoppio al 17′ con Solanke. La partita sembra già indirizzata in un senso a noi avverso, prima che un rapido uno-due di Bowen riporti il match in parità al 40′. Sembra il primo tempo di un match che, seppur con difficoltà, possa mantenersi in equilibrio, ma così non sarà. Nella ripresa, dal 57′ al 67′ le reti di Gosling, Smith e del giovane Anthony abbattono definitivamente il West Ham, portando il risultato sul 2-5, senza che la girandola di cambi (ben 6 nel secondo tempo, che si aggiungono a due già effettuati nel primo) cambi molto. Goal della bandiera all’83° di Felipe Anderson serve a poco, con il trofeo messo in palio dallo sponsor che va agli ospiti.

Un avvio storto ci può stare, è il fantomatico “calcio d’agosto” (anche se quest’anno posticipato di un mese). La Betway Cup serve a ben poco, e di certo non c’è da strapparsi i capelli per non averla messa in bacheca. Ciò che fa riflettere e non promette bene sono i 5 goal incassati da una squadra appena retrocessa in Championship, quindi idealmente al livello di quelle contro le quali dovremo lottare per non retrocedere quest’anno. La situazione societaria, usando un eufemismo, non è delle migliori; i malumori dello spogliatoio iniziano ad affiorare, esternati sui social da Capitan Noble, Declan Rice e Jack Wilshere; i risultati non promettono nulla di buono (prima del match di ieri, abbiamo incassato due goal da squadre di League One, seppur in partite largamente vinte). Se il buongiorno si vede dal mattino, ci aspetterà un altro anno di sofferenze in campo.

West Ham United: Martin, Johnson (Fredericks 26), Diop, Ogbonna (Balbuena 63), Cresswell, Bowen (Masuaku 63), Noble (Wilshere 63), Lanzini (Cullen 32), Fornals (Snodgrass 82), Antonio (Felipe Anderson 63), Haller (Xande Silva 82)
Subs: Trott (GK), Coventry

Goals: Bowen 38, 42, Felipe Anderson 84

AFC Bournemouth: Archer, A.Smith (Pugh 65), Rico, Mepham (Ofoborh 60), Simpson, Stacey, Danjuma (Danjuma 46), Lerma (Billing 46), L.Cook (Kilkenny 77), Stanislas (Zemura 77), Solanke (Anthony 60)
Subs: Dennis (GK), Jordan

Goals: Danjuma 5, Solanke 17, Gosling 57, Smith 62, Anthony 67

GSB OUT

Logo DMCA protezione contenuti da plagioLogo Creative Commons
Posted in Diario, Partite and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per sicurezza completa questa operazione aritmetica: *